Diego Rivera

ProjectDIEGO RIVERA - CONTADINO CHE PORTA UN TACCHINO, 1944 - olio su tavola, tempera su masonite 36 × 28 cm - Collezione Museo de Arte del Estado de Veracruz

Diego Rivera nasce l’8 dicembre del 1886 a Guanajuato.

Nel 1892 si trasferisce con la famiglia a Città del Messico dove frequenta l’Antigua Academia de San Carlos. Qui consegue numerosi premi e riconoscimenti tra cui, nel 1907, una borsa di studio che gli permette di soggiornare in Europa.

A Parigi, nel 1909 incontra la pittrice Angelina Belof con cui avrà una relazione e un figlio che morirà però l’anno seguente. A Parigi, Rivera entra in contatto con la numerosa comunità internazionale di artisti e intellettuali: nel 1911, al Salone di Autunno, conosce Amedeo Modigliani, Guillaume Apollinaire e Pablo Picasso. Completamente assorbito dall’ ambiente bohémien, Rivera si dedica alla ricerca artistica, partecipando alle polemiche e agli scandali di un periodo caratterizzato da forti contrasti, filosofici e politici.

Aderisce dapprincipio al cubismo ma già nel 1916, alla Modern Gallery di New York, espone opere ispirate all’arte preispanica rendendo più originale il suo lavoro. Seguono anni intensi: ha una relazione con l’artista Marievna Vorobieva da cui avrà una seconda figlia che non riconoscerà mai. Nel 1922 torna in Messico dove comincia a realizzare i suoi famosi murales in importanti edifici pubblici.

Tra il 1930 e il 1934 viaggia tra San Francisco, New York e Detroit dove a causa delle sue idee politiche, colleziona successi e polemiche. Celebre il caso del murales "El Hombre in cruce de caminos" per il Rockfeller Center di New York, bloccato e poi distrutto in quanto inserì tra la folla il ritratto di Lenin. Tornato di nuovo in patria realizza lo stesso murales nel Palazzo delle Belle Arti di Città de Messico. Altri capolavori si trovano nel Palazzo Nazionale e nell’Anfiteatro Bolívar, sempre a Città del Messico.

Nel 1929 sposa la pittrice Frida Kahlo con la quale avrà una storia lunga e travagliata che durerà fino alla morte di lei, avvenuta nel luglio del 1954. Con lei al fianco si fa ancora più intenso l’impegno politico e culturale. Un anno dopo la morte di Frida, si sposa per la quarta volta, con Emma Hurtado. Gli ultimi anni di vita tuttavia Rivera li dedica alla fondazione del Museo Frida Kahlo e del museo Anahuacalli, dedicato alle opere preispaniche che aveva collezionato per lungo tempo.

Muore di tumore il 24 novembre del 1957 nella sua casa di San Ángel Inn e viene sepolto nella Rotonda de Las Personas Ilustres, nel Panteón Civil de Dolores a Città del Messico.